(troppo vecchio per rispondere)
Internet, agenzie di viaggi e tour operator... :-)
Bnx
2007-10-01 06:06:54 UTC
Alle soglie del 2008 internet rappresenta ormai un'importantissima risorsa,
anche dal punto di vista dei viaggi, sia per le pratiche ed utili
informazioni facilmente reperibili in rete, che per la pura organizzazione e
prenotazione del viaggio stesso.

Stando comodamente seduti sulla propria poltrona, si può infatti
tranquillamente prenotare il proprio viaggio nei minimi dettagli.

Personalmente mi servo da oltre una quindicina di anni della stessa agenzia
di viaggi per la prenotazione ed emissione dei biglietti aerei, ad eccezione
delle tratte coperte dalle compagnie low cost.

Discorso inverso, invece, per i tour operator italiani, da cui ho sempre
acquistato pochissimi servizi (meno che mai negli ultimi anni)
preferendogli sovente al bisogno i tour operator con sede nel paese in cui
intendo viaggiare, da cui ho spesso trovato convenienza, non intesa
unicamente quanto risparmio economico, ma, anche e soprattutto come
qualità dei servizi.
L'ho fatto in passato, quando non c'era internet, e continuo a farlo oggi,
con maggiore semplicità e praticità grazie all'utilizzo del suddetto mezzo.

In linea di massima, malgrado negli ultimi viaggi ho comodamente tutto
organizzato e prenotato (biglietti aerei a parte) dalla mia scrivania, ed ho
quasi sempre viaggiato anche in passato con il cosiddetto "fai da te", non
ho preclusioni nell'utilizzo dei tour operator, in particolar modo per
quelli locali, che ho utilizzato quando ho avuto bisogno di effettuare
determinate prenotazioni che non potevo gestire in proprio, qualche tour
difficilmente realizzabile da solo, od ancora per una mera convenienza
economica. Il tutto, ovviamente dipende da mille fattori, compreso il paese
in cui si intende viaggiare, poiché se è chiaro che con due click mi prenoto
una settimana a Parigi, è altrettanto lampante che un tour in Uganda, ad
esempio, necessiterà di qualche attenzione in più e, molto probabilmente,
anche dell'aiuto e del supporto di qualche valida e seria compagnia locale.

Preferisco in sostanza prenotarmi tutto per mio conto nella maggior parte
dei casi, ma all'occorrenza non disdegno l'utilizzo di qualche tour
operator locale.

Comunque internet ha davvero semplificato le possibilità di gestirsi in toto
una vacanza esulando dal classico iter < agenzia di viaggi - tour operator >
e mi domando di conseguenza, aldilà delle mie abitudini che ho sopra
esposto, quale sia il ruolo attuale delle nostrane agenzie di viaggi e dei
tour operator ad esse collegate nel moderno mondo legato ai viaggi.

Mi piacerebbe conoscere il vostro pensiero in genere sul modo di
prenotazione, se avete dei preconcetti verso il fai da te o viceversa,
e sapere dunque come organizzate i vostri viaggi, ovvero se
prenotate tutto per conto vostro o vi servite dell'ausilio di qualche
agenzia di viaggi o tour operator italiani piuttosto che stranieri.

Il tutto, come sempre, esclusivamente mirato ad un confronto tra persone che
hanno in comune la bellissima passione per i viaggi.

Grazie,

Bnx
----------------------------------------------
www.bnx.it
- Racconti e foto dei miei viaggi -
----------------------------------------------
a***@gmail.com
2007-10-01 07:55:15 UTC
Post by Bnx
Alle soglie del 2008 internet rappresenta ormai un'importantissima risorsa,
anche dal punto di vista dei viaggi, sia per le pratiche ed utili
informazioni facilmente reperibili in rete, che per la pura organizzazione e
prenotazione del viaggio stesso.
CUT

Ciao Bnx,
prima di diventare mamma i viaggi me li organizzavo da me. Avevo sia
il tempo che la voglia di cercare le info da sola e se proprio proprio
si perdeva la coincidenza di treno o aereo come adulti ce la cavevamo
in ogni caso:+) Adesso di bimbi ne ho 3, in etá tra i 7 e i 2,5. Giá
il semplice fatto di fare i bagagli é un'impresa che ha bisogno di una
solida "pianificazione" e quindi per me in questo momento é piú facile
prendere un catalogo di agenzia e prenotare tramite quella. Per me il
vantaggio sta nella comoditá di avere un pacchetto pronto che offre un
certo livello di qualitá "garantito" (almeno fino ad ora cosí é stata
la mia esperienza personale). Tieni presente che molte agenzie (almeno
qui in Olanda dove io vivo) stanno creando pacchetti sempre piú
"personalizzabili". Certo hanno un loro costo, ma in questo momento
sono disposta a pagare il "di piú" in cambio della comoditá di dover
solo scegliere la meta ed il tipo di viaggio. Quando i bimbi saranno
piú grandicelli le esigenze di noi tutti probabilmente cambieranno e
si potrá di nuovo pensare a viaggi "avventurosi" e "fai da te":+))

Saluti Axon
Bnx
2007-10-01 10:18:17 UTC
Post by a***@gmail.com
Quando i bimbi saranno
piú grandicelli le esigenze di noi tutti probabilmente cambieranno e
si potrá di nuovo pensare a viaggi "avventurosi" e "fai da te":+))
:-)))

Thanks,

Bnx

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Ranablu
2007-10-01 09:44:37 UTC
Anch'io biglietti aerei in agenzia (è decisamente più comodo...prenoto 6-8
mesi prima, se succede qualcosa disdico senza spendere un euro, altrimenti
li pago solo 1 mese prima) tutto il resto fai da te, al massimo qualche
lastminute.

Fra l'altro agenzie e TO mi lasciano sempre più perplessa: ho dovuto dare
una mano ai miei per trovare una vacanza a metà ottobre, han scelto un
villaggio a Capo Verde in all inclusive, villaggio italiano di noto TO.
Ricerche condotte oltre un mese e mezzo prima della partenza (quindi non si
tratta di sconti lastminute):
Prezzo da catalogo x 2 persone oltre 2250 euro (+ probabilmente le
aggiunte: iscrizione assicuzazione, carburante....)
Agenzia in franchising x 2 1690 prezzo finito
Mia agenzia di fiducia x 2 persone1560 prezzo finito e comprensivo di
trasferimento casa-aeroporto!
...Ci sarebbe stata anche la quarta possibilità: ipermercato comunista x 2
persone erano circa 1400, ma se non raggiungevano un minimo numero di
partecipanti il viaggio veniva annullato...quindi scartato
Ora capisco che strutture diverse o date diverse possano avere prezzi
diversi, ma la stessa struttura nella stessa data acquistata nello stesso
periodo avere 700 euro (ma forse anche più) di differenza solo perchè un
agente si limita a rivendere da catalogo e l'altro (ben più bravo) si
"sbatte" di più a contrattare mi lascia molto perplessa su quanto ci
guadagni il TO.

Silvia
Bnx
2007-10-01 11:46:57 UTC
Post by Ranablu
Ora capisco che strutture diverse o date diverse possano avere prezzi
diversi, ma la stessa struttura nella stessa data acquistata nello stesso
periodo avere 700 euro (ma forse anche più) di differenza solo perchè un
agente si limita a rivendere da catalogo e l'altro (ben più bravo) si
"sbatte" di più a contrattare mi lascia molto perplessa su quanto ci
guadagni il TO.
Certo che è davvero sconcertante, però non farei di tutta un'erba un fascio,
nel senso che a volte si può decisamente anche risparmiare.
Però, il caso da te indicato ha davvero dell'allucinante... :-(((

Bnx

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
alberto
2007-10-01 12:26:19 UTC
Post by Bnx
Comunque internet ha davvero semplificato le possibilità di gestirsi in toto
una vacanza esulando dal classico iter < agenzia di viaggi - tour operator >
e mi domando di conseguenza, aldilà delle mie abitudini che ho sopra
esposto, quale sia il ruolo attuale delle nostrane agenzie di viaggi e dei
tour operator ad esse collegate nel moderno mondo legato ai viaggi.
Mi piacerebbe conoscere il vostro pensiero in genere sul modo di
prenotazione, se avete dei preconcetti verso il fai da te o viceversa,
e sapere dunque come organizzate i vostri viaggi, ovvero se
prenotate tutto per conto vostro o vi servite dell'ausilio di qualche
agenzia di viaggi o tour operator italiani piuttosto che stranieri.
Ti rispondo da agente di viaggi. Senza dubbio internet ha aperto una
modalità ulteriore di prenotazione o di programmazione dei viaggi.
Osservo i seguenti fatti :

- solamente una parte di clientela è disposta a fidarsi completamente
della prenotazione on line. M;i spiego, il low cost da poche decine di
euro si può rischiare, un po più difficilmente si mette in gioco il
volo intercontinentale con cifre più cospicue. Stessa cosa per un paio
di giorni in alberghi, la settimana o due in qualche resort, dove il
pagamento è comunque subordinato ad una guarantee policy coperta da
carta di credito crea molte perplessità e reistenze.
Non fare caso al tuo vissuto personale, io mi richiamo alla massa di
transazioni che vedo, alle statistiche di settore cui attingo a mezzo
stampa specializzata oppure associazione, al mio volume di affari che,
nonostante internet mi preme sottolineare, è in crescita dal 2002.

- Non tutte le destinazioni sono agevolmente raggiungibili con
prenotazioni on line. Molte sono ancora legate a tour operator
specializzati (voli charter..) oppure a località presiedute da TO
(Maldive). In molti casi acquistare il solo volo e in loco un albergo
o arrangiarsi è più costoso di un pacchetto.

- La clientela che si serve di internet ha due cose che sono poco
diffuse fra la popolazione normale : tempo e passione, oppure
disponibilità a ricercare e conoscenza. Ecco perchè, parliamo di paesi
EU maggiormente abituati al traffico on line, in Germania nonostante
la propensione a viaggiare maggiormente nel corso dell'anno grazie a
vacanze distribuite su un periodo quasi annuale, i clienti ripetitivi
di siti on line (fonti Opodo...) sono il 12 % del fatturato
turistico.

- I last minute che dovevano soppiantare le abitudini di acquisto
della clientela sono stati oramai relegati a richiami per allodole (o
polli...). Tutti gli operatori, pur usando ancora la denominazione
last minute, si premurano di farti acquistare con notevole anticipo a
prezzi allettanti.

- Questa tendenza ha favorito anche il ritorno (per ora annunciato)
del regime commissionabile delle compagnie aeree. Cosa vuol dire?
Significa che senza l'agenzia che svolge consulenza oppure
semplicemente azione di vendita diretta le varie companies si sono
accorte che lasciando al semplice arbitrio ( o scelta ) del cliente il
volo si corre il rischio di polverizzare il mercato. Di perderne il
controllo e quindi di dover scadere in promozioni sempre più folli.
Il segnale di raggiungimento del fondo del barile lo hanno dato le
principali low cost da quando fanno pagare il bagaglio, il check in
preferenziale e così via. Da quando si riescono anche ad avere voli di
linea a prezzi ragionevoli (settimana scorsa un MXP-CDG_PPT ar
Malpensa/Parigi/Papeete a E 1238,-- in economy con Air France).

Detto questo sono sicuro che una parte di clientela attenta, autonoma
e senza grosse implicazioni familiari o lavorative possa utilizzare
internet per programmarsi i viaggi.
Il grosso della clientela per incompetenza, per mancanza di fiducia (e
ne hanno ragione ancora..), per indisponibilità di tempo, di
manualità, e perchè hanno bisogno di sentirsi consigliare, di essere
certi che la loro benedetta vacanza sia effettivamente la migliore e
priva di rischi e a prezzi certi e non modificabili, insomma costoro
hanno bisogno di agenzie.
L'ho già ripetute alcune volte qui sul NG: agenzia in sè è un termine
vago. Si deve avere l'accortezza di scegliere il proprio fornitore,
come in tutte le cose, buono ed affidabile. Nel nostro mestiere ci
sono professioniosti buoni ma anche tanti ciarlatani, supponenti che
non sanno di cosa stanno parlando. Purtroppo se un cliente ignorante
incontra un agente simile siamo nel problema.

Utilizzare agenzie locali è un buon sistema se si conoscono. Se queste
agenzie hanno una legittimazione anche in termini assicurativi. Fin
tanto che tutto va bene ok, alla prima difficoltà sorgono i problemi,
e te lo dice uno che dal 1988 è in trincea con il proprio nome.
Ricordo netto di tre ragazze che sono andate in Kenia con il solo
volo. Hanno avuto un incidente stradale durante una escursione a
Tsavo, per fortuna i genitori si sono ricordati di me (non che sia
Nembo Kid..) ma in pochi giorni due erano già in Italia, altrimenti le
avrebbero lasciate alla loro mercè e a quella dela consolato.
Io utilizzo in alcuni paesi agenti che conosco personalmente e conj i
quali ho degli accordi. Allora funziona.

Se non ti è mai successo un overbooking, una mancata prenotazione in
qualche paese lontano, un imprevisto, allora sei stato decisamente
fortunato. Il compito di un buon agente è di farti andare in quel
paese alle migliori condizioni, in sicurezza e con la certezza di
trascorrere il tuo periodo di vacanze in serenità e con la certezza di
ritornare. Se ci pensi non è una responsabilità da poco e non tutti
sanno portarla o sono disponibili a farlo.

Oggi i pacchetti fissi li offre solamente Bluvacanze e organizzazioni
simili (vacanzifici..), un agente di solida esperienza è in grado di
farti arrivare, e tornare, ovunque a spese certe e con poche sorprese.
Il successo dei viaggi di lusso è eclatante. Chi può spendere, ed
evidentemente ve ne sono, ha aumentato del 29 % in un anno i propri
acquisti. Si tratta di vacanze di nicchia che stanno surclassando come
volumi quelle on line. Questa è la ragione per cui una buona agenzia
non si accorge che la clientela sta muovendosi da una parte all'altra.


Al
brezza
2007-10-01 12:33:12 UTC
"Bnx" < ha scritto nel messaggio ...
Post by Bnx
Alle soglie del 2008 internet rappresenta ormai un'importantissima risorsa,
anche dal punto di vista dei viaggi, sia per le pratiche ed utili
informazioni facilmente reperibili in rete, che per la pura organizzazione e
prenotazione del viaggio stesso........./cut/....
Condivido in generale il tuo preambolo. Per chiarire meglio la mia
posizione posso aggiungere che uso un mix di fai da te e di agenzia di
viaggi( e/o t.o.), a seconda evidentemente della destinazione e delle mie
presumibili capacità di adeguarmi ad ambienti non sempre facili...poi
dipende dal budget spendibile, dai giorni a disposizione e così via.
Come già scritto in una discussione di tempo fa, ho notato un peggioramento
qualitativo del servizio reso dalle agenzie,per lo meno delle ultime/ultima
alle quali mi sono rivolto. Ho notato che gli addetti sono diventati
sfogliatori/trici di cataloghi. Quanto vuol spendere?Dove vuol andare?Che
periodo? Vediamo: pag.39 di questo T.O., pag.57 di quest'altro.Vediamo se
c'è qualche offerta speciale sul computer.... in quest'ultimo caso siamo già
davanti ad un buon professionista :-)
Di recente ho tentato di acquistare 4 voli per Rodi in agenzia ed ho chiesto
( offrendomi di pagare ovviamente le spese telefoniche ecc.) di fissarmi due
camere a Rodi ( che non è un paesino da poco......). L'addetta è sbiancata,
i voli li trovo ma la camera no :-) E allora perchè devo servirmi di
un'agenzia? Ho fatto ( e farò sempre di più) da solo. Le agenzie
lavoreranno( ancora per quanto?) con i loro bravi cataloghi e le loro
superricche "liste di nozze"....
brezza.
----
www.alcuniscatti.blogspot.com
www.panoramio.com/user/447796
alberto
2007-10-01 12:40:46 UTC
Post by Ranablu
Ora capisco che strutture diverse o date diverse possano avere prezzi
diversi, ma la stessa struttura nella stessa data acquistata nello stesso
periodo avere 700 euro (ma forse anche più) di differenza solo perchè un
agente si limita a rivendere da catalogo e l'altro (ben più bravo) si
"sbatte" di più a contrattare mi lascia molto perplessa su quanto ci
guadagni il TO.
Silvia
Scusa ma la struttura di mercato è appunto questa, per ogni prodotto.
Se vai in un centro commerciale e ti limiti ai prezzi dei televisori
ne hai una dimostrazione ben precisa.
In una agenzia tu hai poche possibilità . La prima è avere prezzi
agevolati, quindi uno sconto maggiore sul listino, e ti metti nella
condizione di quella agenzia in franchising che citi. La seconda di
lavorare con cosiddette quote nette, quindi agente che acquista a
prezzo fisso e poi ricarica, che vedo nella tua agenzia di fiducia.
Pur di vendere hanno tenuto i m argini bassi, tieni presente che il
margine medio di un agente è 8 perc cento quindi non bisogna
aspettarsi miracoli.
Questi avvengono quando i TO hanno bisogno di svendere, e li succede
di tutto appunto come con i televisori, come con le scarpe che fino a
fine giugno costavano 100 e poi dal 1 lulgio solo 70 ecc.
Io ho l'hobby della subacquea e ho acquistato nel 2002 un Suunto
Stinger che è un computerino per immersioni, in estremo oriente. In
Italia questo prodotto finlandese costava 900 euro di listino, il mio
fornitore di fiducia me lo lasciava a 820, l'ho comperato a 450
dollari. Che si dovrebbe pensare ? Lo stesso che pensa un italiano
quando va in una agenzia viaggi tedesca o inglese, dove si riesce a
risparmiare molto naturalmente a prezzo di qualche secondaria
scomodità.

Al
milanchamp
2007-10-01 13:37:00 UTC
Post by Bnx
Mi piacerebbe conoscere il vostro pensiero in genere sul modo di
prenotazione, se avete dei preconcetti verso il fai da te o viceversa,
e sapere dunque come organizzate i vostri viaggi, ovvero se
prenotate tutto per conto vostro o vi servite dell'ausilio di qualche
agenzia di viaggi o tour operator italiani piuttosto che stranieri.
Da quando c'è internet, in agenzia non ci entro quasi più. Per i voli
mi affido alla backpackers che mi manda direttamente i tickets a casa,
oppure prenoto direttamente sui siti delle low cost e delle compagnie
aeree e delle generiche ricerche on line (cfr edreams, etc..). Per le
sistemazioni e tutto il resto, contatto direttamente gli hotel e le
pensioni oppure mi appoggio ai T.O. locali.
Sarò prevenuto, ma per me ormai agenzia viaggi è sinonimo di
superficialità e incompetenza (spesso) e costi alti (quasi sempre) e
non mi ci affiderei mai per prenotare un pacchetto volo+trasferimenti
+sistemazione senza prima aver verificato con attenzione che è
impossibile e/o poco conveniente fare da solo. Ciò che non si verifica
quasi mai, ad eccezione di rarissime località (forse Sharm è ancora
tra queste) e nel caso di qualche reale last minute (ancora più raro).
Mi chiedo sempre come facciano a sopravvivere e, soprattutto, a
proliferare visto che in giro ne vedo tantissime. Forse la risposta
corretta l'ha data l'agente di viaggio che ti ha appena risposto: c'è
ancora tanta gente che ha poco tempo, poca voglia e parecchio grano da
buttare via e quindi forse non spariranno mai (come mi sarei aspettato
dopo il boom della rete). Però l'idea di aprirne una che una volta
avevo in testa l'ho ormai accantonata: tutto sommato, mi pare ormai
un'imprenditoria molto rischiosa perchè internet rinmane un
concorrente troppo agguerrito.
SteveR
2007-10-01 16:51:36 UTC
Rispondo non tanto a te, che conoscendomi sai già le mie vicessitudini,
quanto agli altri.
Internet ha senz'altro migliorato di molto il modo di prenotare per quanto
riguarda la personalizzazione del viaggio sganciandomi dalla incompetenza
delle agenzie. Non sono uno di quelli che pensa che prenotando in agenzia si
spenda molto di più del "fai da te", anzi in alcuni casi l'agenzia può
persino spuntare sui voli un prezzo migliore, ma è la competenza e
l'arroganza e la rigidità delle stesse che mi preoccupa sempre di più.
Qualcuno si è chiesto: ma come fanno a campare ? ma campano eccome e meglio
di prima ! Campano con i mille foglietti, spesso specchietto per le
allodole, altre volte occasioni, appesi alle vetrate dei Last Minute di una
settimana, del turismo mordi e fuggi, del pacchetto superconfezionato, delle
formule economiche roulette, ecc cioè di offerte di viaggio semplici,
sbrigative e prive di problematiche...offerte di viaggio che si vendono come
il pane senza sbattersi e senza troppa pena...e se pure una va male e si
perde il cliente (che ovviamente ha sempre torto!) non fa nulla, altri 100
entrano.
Poi c'è la biglietteria: il mio nucleo famigliare è formato da 4 persone e
con la normale carta di credito (una CartaSi' Visa) non è possibile spendere
più di 2600 euro al mese che è una cifra insufficiente per acquistare 4
biglietti aerei intercontinentali + soggiorno, quindi sono obbligato per i
soli biglietti a stare dietro agli umori delle agenzie che ovviamente non
essendo interessate alla biglietteria molto spesso ti mettono i bastoni tra
le ruote in mille maniere (non entro nel dettaglio sennò faccio un poema),
inoltre acquistare i biglietti di persona direttamente alla sede della
compagnia aerea (essendo di Roma posso farlo, ce ne sono molte) costa di più
che comprarli in agenzia.
Poi c'è il digital-divide che in Italia è altissimo: in pratica la maggior
parte della gente non sa usare internet e se lo sa usare ha paura di
utilizzare le carte di credito che in realtà, a patto di usare le dovute
accortezze e mangiare un pochino di "pane e volpe" (cibo in realtà poco
amato) sono sicurissime, più del bancomat al supermercato !
Ribadisco il concetto: per comodità e tempo pagherei volentieri un 10% in
più ad una agenzia se:
1) mi trattasse da cliente evitando prese in giro abolendo l'arroganza
2) mi accogliesse sia quando le offro su un piatto d'argento 10000 euro di
viaggio, sia quando mi serve un semplice biglietto per un traghetto per
Olbia senza fare una cernita delle mie richieste in base alle convenienze.
3) se si sbattesse lei a far combaciare in un viaggio multi-itinerario
almeno voli e/o treni-ferry boat e non obbligare a fare tutto io,
limitandosi a prenotare la pappa pronta semprechè ce la faccia !
4) ad imparare un minimo di geografia e lasciar perdere consigli biechi.
Bye Steve
http://www.tropiland.it

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
CapoTreeboo
2007-10-01 16:00:41 UTC
Post by Ranablu
Anch'io biglietti aerei in agenzia (è decisamente più comodo...prenoto 6-8
mesi prima, se succede qualcosa disdico senza spendere un euro, altrimenti
li pago solo 1 mese prima) tutto il resto fai da te, al massimo qualche
lastminute.
Fra l'altro agenzie e TO mi lasciano sempre più perplessa: ho dovuto dare
una mano ai miei per trovare una vacanza a metà ottobre, han scelto un
villaggio a Capo Verde in all inclusive, villaggio italiano di noto TO.
Ricerche condotte oltre un mese e mezzo prima della partenza (quindi non si
Prezzo da catalogo x 2 persone oltre 2250 euro (+ probabilmente le
aggiunte: iscrizione assicuzazione, carburante....)
Agenzia in franchising x 2 1690 prezzo finito
Mia agenzia di fiducia x 2 persone1560 prezzo finito e comprensivo di
trasferimento casa-aeroporto!
...Ci sarebbe stata anche la quarta possibilità: ipermercato comunista x 2
persone erano circa 1400, ma se non raggiungevano un minimo numero di
partecipanti il viaggio veniva annullato...quindi scartato
Ora capisco che strutture diverse o date diverse possano avere prezzi
diversi, ma la stessa struttura nella stessa data acquistata nello stesso
periodo avere 700 euro (ma forse anche più) di differenza solo perchè un
agente si limita a rivendere da catalogo e l'altro (ben più bravo) si
"sbatte" di più a contrattare mi lascia molto perplessa su quanto ci
guadagni il TO.
Silvia
Hai proprio ragione! Dipende dal rapporto che ciascuna agenzia di
viaggio ha con quel TO:
Infatti se entri in un'agenzia e chiedi di partire per una
destinazione "X", il banconista/commesso ti proporrà in prima battuta
il pacchetto di viaggio del TO con il quale ha un agreement
commerciale di un certo rilievo, e quindi piu guadagno.
Se invece entri e chiedi di partire per la destinazione "X" con il TO
"Y" in una data specifica, se sei fortunata ad essere entrata
nell'agenzia giusta (di cui sopra) allora rischi di avere un buon
trattamento...se no ti becchi i 700 euro di differenza per lo stesso
pacchetto, nella stessa data...stesso tutto!!!!
Tieni conto che ciascuna agenzia di viaggio, per sopravvivere
marginalizza sui prezzi da catalogo dal 8 (la piu scarsa... riferita
al giro di affari per ciascun TO) al 14% (la MEGASUPERULTRA!!!!), per
arrivare anche al 20-25% su alcune date di partenza per le quali SOLO
ALCUNE ADV ottengono delle tariffe denominate "nette". forse nel tuo
caso, vista la differenza (700 euri, che non sono bruscolini) l'ADV
piu scarsa NON AVEVA LA QUOTA NETTA, quindi non era una ADV di
primordine per quel TO, ....l'ultima si!
...e poiu mi dicono che gli agenti di viaggio FANNO I CONSULENTI!!!!
Ma va la.....!!!!


CapoTreeboo

Su www.treeboo.it creiamo gruppi di acquisto sui viaggi...piu siamo
meno paghiamo!
SteveR
2007-10-01 16:10:57 UTC
..mi ero scordato di aggiungere:
in caso di problemi durante il viaggio non sono affatto d'accordo che si è
tutelati se va con agenzia/tour operator. L'assicurazione di viaggio è
l'unica che fa fede e si può stipulare sia con il t.o. sia automamente via
internet: LA STESSA !
Personalemente ho avuto nel apssato dei problemi durante un viaggio e le
agenzie non mi hanno mai aiutato: me la sono sempre vista io tra me e
l'assicurazione (denunce, domande, aiuto sul da farsi, ecc.)
..ma da a arrivà baffone ! :-)
--
--------------------------------------------------------------
....lascia che il mondo si affanni un attimo senza di te !
http://www.tropiland.it
--------------------------------------------------------------


questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
CapoTreeboo
2007-10-01 16:17:46 UTC
Post by SteveR
in caso di problemi durante il viaggio non sono affatto d'accordo che si è
tutelati se va con agenzia/tour operator. L'assicurazione di viaggio è
l'unica che fa fede e si può stipulare sia con il t.o. sia automamente via
internet: LA STESSA !
Personalemente ho avuto nel apssato dei problemi durante un viaggio e le
agenzie non mi hanno mai aiutato: me la sono sempre vista io tra me e
l'assicurazione (denunce, domande, aiuto sul da farsi, ecc.)
..ma da a arrivà baffone ! :-)
--
--------------------------------------------------------------
....lascia che il mondo si affanni un attimo senza di te !
http://www.tropiland.it
--------------------------------------------------------------
Sono perfettamente d'accordo....parole sante!
La differenza NON LA FA L'AGENZIA DI VIAGGIO... ma l'assicurazione!
Albertuan ® au travail
2007-10-01 16:18:17 UTC
Scriveva CapoTreeboo lunedì, 01/10/2007:

Imparare a quotare è uno sforzo troppo grande eh?
Post by CapoTreeboo
Tieni conto che ciascuna agenzia di viaggio, per sopravvivere
marginalizza sui prezzi da catalogo dal 8 (la piu scarsa... riferita
al giro di affari per ciascun TO) al 14% (la MEGASUPERULTRA!!!!), per
arrivare anche al 20-25%
Io per meno manco mi muovo dall'ufficio... lo ridico per la milionesima
volta: personalmente non uso i servizi di agenzia, preferisco
arrangiarmi, mi diverto di più, spacco meno le balle, ecc..., ma
continuo a non capire perchè volete che 'sta gente lavori gratis! :O)
--
A1 ®

Se potrei, ucciderebbi ki massacra la ns lengua: siamo mika in chat!!
milanchamp
2007-10-01 16:45:07 UTC
Post by SteveR
in caso di problemi durante il viaggio non sono affatto d'accordo che si è
tutelati se va con agenzia/tour operator.
Anche perchè se sei dall'altra parte del mondo è un pò dura entrare in
contatto e farsi risolvere i problemi al volo, tra differenze di fuso
e difficoltà (oltre che costi) a telefonare.
luango
2007-10-01 17:35:16 UTC
Post by Bnx
Alle soglie del 2008 internet rappresenta ormai un'importantissima risorsa,
....
Post by Bnx
Mi piacerebbe conoscere il vostro pensiero in genere sul modo di
prenotazione, se avete dei preconcetti verso il fai da te o viceversa,
e sapere dunque come organizzate i vostri viaggi, ovvero se
prenotate tutto per conto vostro o vi servite dell'ausilio di qualche
agenzia di viaggi o tour operator italiani piuttosto che stranieri.
Generalmente nei viaggi degli ultimi anni, almeno quelli fuori
dall'Europa, ho sempre acquistato il biglietto del volo e
l'assicurazione sul viaggio tramite la mia agenzia di viaggi.
Quest'anno invece, visto che il volo sarà diretto e che attraverso
internet risco a risparmiare circa 100 euro a testa ho acquistato i
biglietti via internet e a questo punto lo farò anche per
l'assicurazione.

Ti dicevo, il ragazzo che gestisce l'agenzia durante gli anni è
diventato un amico, mi ha sempre trattato bene tanto che mi sono
sentito in dobere di dirgli che gli avevo messo le corna ;o) .

Per quanto riguarda i TO sai che non mi mi piace molto viaggiare con
pacchetti prestabiliti, se vado in zone dove credo si possa organizzare
tutto sul posto, tipo paesi del centro sud America o paesi Asiatici,
generalmente non contatto agenzie locali o autisti, invece in posti
dove ci potrebbero essere problemi logistici tipo in Africa cerco
contatti con agenzie locali o con autisti del posto.

Quest'anno per l'Etiopia mi sono appoggiato alla stessa agenzia ci
Addis Abeba che ha già utilizzato Marilisa.

Diego :-)
alberto
2007-10-01 17:55:06 UTC
Post by SteveR
in caso di problemi durante il viaggio non sono affatto d'accordo che si è
tutelati se va con agenzia/tour operator. L'assicurazione di viaggio è
l'unica che fa fede e si può stipulare sia con il t.o. sia automamente via
internet: LA STESSA !
Personalemente ho avuto nel apssato dei problemi durante un viaggio e le
agenzie non mi hanno mai aiutato: me la sono sempre vista io tra me e
l'assicurazione (denunce, domande, aiuto sul da farsi, ecc.)
..ma da a arrivà baffone ! :-)
Permettimi Steve di rispondere qui anche al tuo post di sopra.
Conoscendo il tuo sito , ovvero la cura che vi hai riposto, mi suona
strano sentire una serie di superficiali e acide critiche al settore.
Se non sei capace di trovare un'agenzia che faccia al caso tuo,
probabilmente, la causa sta nel fatto che non l'hai cercata. Certo che
se continui ad andare in agenzie che non fanno biglietteria non puoi
pretendere competenza. Cercati una IATA, magari con numero basso, e
vedi che ti emettono qualsiasi tipo di biglietto, che sia un Roma -
Napoli come un intercontinentale. Il mestiere lo si vede subito,
credimi. Parlo per esperienza, se vai in un ufficio di compagnie aeree
e chiedi a chi ti puoi rivolgere per fare biglietti vedrai che sono
loro i primi a indirizzarti bene, ne so qualche cosa io. Quindi
esistono modi per scegliere e bene. Certo che sei sfortunato, li trovi
tutti tu incompetenti, frettolosi e pure arroganti. Prova magari a
cambiare, certamente sei più bravo tu, ma sai a volte l'aiuto di terzi
è utile e poi ammetti tu sul finale pagheresti anche un 10 per cento
in più per avere un servizio, segno che riconosci comunque un ruolo ed
un valore.
Non sono d'accordo sul fatto dell'assistenza. Non so a Roma ma qui a
Milano è abbastanza diffuso , almeno fra coloro che intendono il loro
mestiere in modo serio e completo, dare un numero di emergenza
attivabile a qualsiasi ora. Non è una novità per me e i miei
collaboratori farci trovare da clienti in difficoltà sia di domenica
che durante la notte. Fa parte del mestiere e grazie a ciò continuo ad
avere clientela fedele. Inoltre non è tanto la questione
dell'assicurazione in se, che correttamente è uguale come tipo di
copertura, bensì il fatto che agenzie proattive per il cliente che si
adoperano in caso di contenziosi per far avere il giusto al proprio
cliente. La ragione è semplice, farlo tornare fiducioso. Quindi coloro
che se ne lavano le mani non sono pessimi agenti di viaggio sono anche
imprenditori fallimentari, senza visione.
Sai anche noi agenti ne avremmo da dire su clienti arroganti, che
sanno tutto, che vogliono il tutto e il più ma al prezzo minore del
lecito. Esistono te lo assicuro, ma basta un sorriso e qualche cortese
frase per dirottarli oppure per entrare in sintonia diversa.

Di fondo vedo comunque sempre un livore difficilmente
razionalizzabile. Come se ogni partecipante a questo NG abbia passato
anni bui a farsi fottere da qualche agenzia di viaggio. Ma scusate ma
avete la capacità di discernere, di capire la qualità anche di un
rapporto professionale? Sapete cosa vi dovete aspettare e cosa sia
giusto e corretto pretendere? Credo, al di la di generici faso-tuto-mi
che sono il corroborante principe qui, ci voglia anche la regola del
ognuno al proprio posto. Qui io non mi devo difendere, esprimo da
professionista una mia sacrosanta opinione. Mi sento offeso dalla
superficiale indelicatezza che taluni mettono in mostra, come se fosse
un dovere quello di parlare male di una data cosa. Mettete nomi e
cognomi, che diamine. Le mie agenzie non si devono nascondere, e la
ragione è che lavoriamo bene e le cifre e la clientela ci danno
maledettamente ragione. Chi invece sta nel vago, nel generico, nel
vigliacchino e cita rovinosi preventivi e mio-cuggino-è-affogato-a-
sciarme-per-colpa-der-ventaglio è in difetto. Scusate, eccheccazzo.
Ma credi veramente che da complessivamente 27 anni io mi sto a fare il
mazzo per farmi criticare in fretta e furia da uno che probabilmente
sa il 10 per cento di quello che sta dietro al bancone di una agenzia?
Ancora: fatevi pure i fatti vostri su internet, fino a che tutto va
bene e ve lo auguro va bene, alla prima impuntura sono fatti vistri,
ma già lo sapete. Di converso lasciate che le agenzie pessime lo
siano, la selezione si faràè da sola, oppure accettate che gran parte
della clientela è composta da imbecilli e quindi accettatele come una
parte oscura del mercato dei viaggi.
Io continuo a fare business travel e a vendere viaggi, faccio soldi,
mi diverto, ne sto aprendo una terza grazie ad uno che è fallito per
incompetenza. E se non avrò clienti evoluti, cerebrali, accorti,
gentili, rispettosi, ecocompatibili e non so che altro avrò almeno
qualche ragione per dolermene e andare ad ululare su una collina.

Al
alberto
2007-10-01 18:05:16 UTC
Post by CapoTreeboo
...e poiu mi dicono che gli agenti di viaggio FANNO I CONSULENTI!!!!
Ma va la.....!!!!
CapoTreeboo
Suwww.treeboo.itcreiamo gruppi di acquisto sui viaggi...piu siamo
meno paghiamo!- Nascondi testo tra virgolette -
Darti dello stupido è offendere la categoria. Prima di parlare
informati. Il fatto che tu abbia messo in piedi quello scherzo di sito
on line non ti da il diritto di dare patenti a nessuno. Io sono un
agente di viaggi, ho una laurea in scienze politiche ed un dottorato
in statistica. Parlo fluentemente quattro lingue, mi piace viaggiare e
ho visitato 71 paesi di questa terra. Sono consulente , perchè spiego
a persone che sono parte del mio giro di affari come avere il meglio
con i soldi che vorrebbero spendere con cognizione di causa, con base
culturale, con il supporto di una esperienza molto lunga raggiunta a
mie spese. Li consiglio sulle mete che interessano, con calma,
competenza, senza l'assillo del dover vendere e senza dover andare
nelle discoteche a fare figure meschine. Sono una persona seria, do
lavoro a dieci persone e non mi permetto di giudicare nessuno se so di
non sapere.
Fin tanto che continuerai a millantare risparmi che in realtà non
esistono dimostrerai che sei solamente in mala fede. Ti ho già scritto
in passato dandoti il beneficio della verifica. Ho visto le tue
offerte, ben oltre ciò che si riesce ad ottenere senza iscriversi in
una strana comune di acquisto come la chiami. Ti chiedo di tacere
almeno per non continuare a fare figure, comunque di non tirare in
ballo figure professionali del cui impegno non hai neanche idea.

Ti saluterei come Grillo ma sono legato a forme di educazione
restrittiva

Al
Albertuan ® au travail
2007-10-01 18:26:40 UTC
Post by alberto
Post by CapoTreeboo
...e poiu mi dicono che gli agenti di viaggio FANNO I CONSULENTI!!!!
Ma va la.....!!!!
CapoTreeboo
Suwww.treeboo.itcreiamo gruppi di acquisto sui viaggi...piu siamo
meno paghiamo!- Nascondi testo tra virgolette -
Darti dello stupido è offendere la categoria.
rofl rofl
Post by alberto
Prima di parlare
informati. Il fatto che tu abbia messo in piedi quello scherzo di
sito on line non ti da il diritto di dare patenti a nessuno.
Quello scherzo di sito che, a guardar bene, è messo su da una compagnia
telefonica........ e già la cosa mi fa frullar le balle.
Post by alberto
Ti saluterei come Grillo ma sono legato a forme di educazione
restrittiva
Io no, e se vuoi lo faccio io: il tizio l'avrei mandato affanculo dalla
sua prima apparizione sul ng. >:|
--
A1 ®

Se potrei, ucciderebbi ki massacra la ns lengua: siamo mika in chat!!
Albertuan ® au travail
2007-10-01 18:37:58 UTC
Post by Albertuan ® au travail
Quello scherzo di sito che, a guardar bene, è messo su da una
compagnia telefonica........ e già la cosa mi fa frullar le balle.
Vigliacca miseria se lo trovo, ma giuro di aver visto, a suo tempo, un
collegamento fra il sito del cosotribu' e di 3 la compagnia
telefonica... ho anche pensato "ma che czz di gioco di parole del czz".
Vabbe', me lo saro' sognato, ma comunque treeboo mi irrita lo stesso,
ecco :-(
--
A1 ® (Promoter NNT)

se sbavi dalla voglia di scrivermi scarabocchia cosi':
sordi_[underscore](at)libero.it

DISCLAIMER - Lo scrivente non ha esperienza pratica di viaggi, vacanze
o spostamenti oltre il raggio di 100 km da casa sua, non ha mai preso
un aereo, in treno sbaglia sempre il binario di partenza e si perde
regolarmente a Bologna.
In base a quanto sopra dichiarato, QUALSIASI informazione da lui data
su mete piu' o meno esotiche, informazioni su popolazioni lontane,
notize e/o avvertimenti riguardanti oscure religioni sono da intendersi
come TOTALMENTE INVENTATE.
Qualsiasi attinenza con la realta' dei fatti quindi è puramente
casuale.
Pagina Successiva >
Pagina 1 di 4